AUSILIO A DIMOSTRARE ATTI PERSECUTORI

Secondo alcuni studi si stima che il 21,5% delle donne fra i 16 e i 70 anni abbia subito comportamenti persecutori nell’arco della propria vita. Nonostante le denunce siano aumentate con la legge del 23 aprile 2009, n. 38, che ha introdotto all’art. 612 bis del codice penale il reato di “atti persecutori”, la maggioranza delle donne (circa il 78%) sceglie di non agire contro il proprio stalker.

I dati dimostrano che le vittime che scelgono di rivolgersi alle forze dell’ordine non sempre riescono a bloccare i comportamenti persecutori.

In questi casi delicati, caratterizzati da stati di ansia e timore che bloccano la vittima, per uno studio legale, può essere davvero importante rivolgersi ad un’agenzia investigativa, che aiuti a raccogliere le prove atte a verificare il reato di stalking.


COSA POSSIAMO FARE PER VOI!

Lo Studio Tecnico Investigativo Aenigma, consapevole dei rischi che si possono correre e del bisogno di sicurezza che si ha nel momento in cui ci si sente minacciati da uno stalker, ha deciso di costituire un team di professionisti, unico in Italia, formato da un’ analista comportamentale, un professionista IT che possa tenere monitorate le minacce o i messaggi che ricevi sul telefono personale, estrarre conversazioni telefoniche e messaggi a norma di legge e renderle prove da portare in tribunale.

Per maggiori informazioni, non esiti a contattarci!

Hai bisogno di una consulenza? Contattaci per un colloquio gratuito!
Ulteriori informazioni sul nostro sito web.

Se ti é piaciuto condividi!

shares